Il blocco delle Cri’S’tories.

Continua a leggere

Zeppe o chopine?


Zeppe o chopine?


IMG_1576 (1)

Comode, alla moda e alte!! Ecco solo tre motivi per cui noi donne amiamo le zeppe. A volte pensiamo di esagerare con l’altezza, ma non tutti sanno che queste calzature in origine lo erano molto di più! Altro che Lady Gaga!

 

Chopine_veneziane

120817173740“Le chopine (o calcagnini) erano già usate nel Quattrocento dalle dame veneziane per aderire all’ideale gotico di verticalità, quindi per alzare la figura. Erano soprattutto le cortigiane ad indossarle. La moda però fu tale che rimasero in voga fino al primo Seicento, nonostante nel Cinquecento furono vietate dalle leggi suntuarie perché pericolose.”

chopineplatform-shoe-granger

– Afferma Viviana Troncatti (Conservatore del Museo del Merletto di Rapallo e Storica della moda e del tessuto). – “Infatti i calcagnini avevano altezze tali che le dame necessitavano di due fantesche a cui appoggiarsi per poter camminare!”

chopines_mfa1

pink_chopine

 

Per apparire bisogna soffrire! Noi donne ne sappiamo qualcosa. E nonostante il pericolo delle cadute a cui le nostre antenate erano soggette o delle storte in cui ancora possiamo incorrere, noi donne moderne continuiamo imperterrite ad indossare le zeppe. Certo un po’ ridotte in altezza rispetto al passato, ma in continua evoluzione in quanto a moda e stile.

chopine1

scarpe-con-zeppa-primavera-estate-2016

So che mi ripeto ma… nella moda, come nella vita, nulla si distrugge ma tutto si trasforma! 😉

Cri

 

Lace Up!


Lace Up!


Lace up

 

Basse come le ballerine, in tessuto o pelle scamosciata, rigorosamente a punta e contraddistinte da un lungo laccio che incrociandosi abbraccia il collo del piede e si allaccia sulla caviglia.

Sono uno dei trand del momento per questo molte donne le indossano ogni giorno dando al proprio stile casual o formale un tocco chic e femminile!

Forse non tutte sanno però che anche questa tendenza arriva dal passato e precisamente dall’ultimo decennio del XVIII secolo. Un periodo storico rivoluzionario anche per la moda femminile e non solo per la storia europea.

Scarpine 1790

La Rivoluzione Francese ruppe con il passato politicamente e socialmente ed anche la moda si adattò eliminando corsetti, panier e tacchi.

“I tacchi erano simbolo di nobiltà!” – conferma Viviana Troncatti (Conservatore del Museo del Merletto di Rapallo e Storica della moda e del tessuto) – “In epoca Direttorio (1795-1799) vanno di moda scarpe che ricordano le calzature greco-romane. Nella successiva epoca Impero le punte si arrotondano e i lacci diventano di raso ispirando quelle che poi verranno scelte nella danza classica come calzatura per le ballerine e da cui poi prenderanno il nome fino ai tempi attuali.”

Altro esempio di come nella moda nulla si distrugge ma tutto si trasforma!

Alla prossima! 🙂

Cri

 

Bignè allo yogurt


Bignè allo yogurt


 

 

Dovete preparare un dessert gustoso e leggero in 10 minuti?

Ecco una proposta fai da te!

Prendete dei bignè già pronti e tagliate la parte superiore.

img_20160513_125434.jpg

Riempiteli con uno yogurt gustoso al gusto che preferite. Io ho usato uno yogurt magro al caffè. Perfetti sarebbero anche i gusti vaniglia, toffee, caramello, crema pasticcera, ma potete sbizzarrirvi persino con i gusti alla frutta per una versione estiva e fresca.

img_20160513_125321.jpg

Richiudete i bignè e nel frattempo fate sciogliere a bagno maria del cioccolato fondente che vi avanza.

img_20160513_125149.jpg

Una volta sciolto usatelo per guarnire i bignè sopra allo yogurt che, nel caso vi fosse avanzato, potete usare per la guarnizione esterna. Se desiderate (o semplicemente siete golosi) potete ricoprirli totalmente di cioccolato!

img_20160513_125028.jpg

Ecco pronto il vostro dessert da consumare subito o tenere in frigo in attesa di essere gustato!

img_20160513_124852.jpg

Alla prossima!

Cri

Questione di stile – Yellow submarine!


Questione di stile – Yellow submarine!


Nella moda, come in natura, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma! 

Londra. Anni Sessanta.

I Beatles cantano Yellow submarine.the_beatles-yellow_submarine04

I giovani londinesi impongono la loro volontà di orientarsi verso il nuovo ed il moderno dando vita alla Swinging London e le gonne delle donne cominciano ad accorciarsi sempre di più!

swingin-london-730x490

Il giallo rappresentava molto bene il clima culturale di questo periodo storico, l’energia creativa, la voglia di accendersi e vivere con speranza il futuro.

Spero quindi sia di buon auspicio il ritorno di questo colore tra le tendenze di questa Primavera 2016!

1457893849185

Anche le stampe optical dei tessuti e i modelli degli abiti e dei cappotti di alcune collezioni ricordano molto le linee svasate degli anni Sessanta.

1457894116640 1457893783947

Se non si vuole ricadere nella facile riproduzione dello stile Sixties basta evitare gli stivaloni e scegliere per esempio una décolleté in vernice nera con punta!

1457894198007

Per quanto riguarda la cotonatura… beh, grazie all’esperienza di chi ci ha preceduto, oggi sappiamo che è meglio apparire più bassa o con meno capelli piuttosto che trovarci poi costrette a tagliarli per averli stressati ogni giorno! E poi noi donne di oggi il tempo di pettinarci così tutti i giorni proprio non ce l’abbiamo! 😉

Cri

 

 

Chi è Mary Jane?


Chi è Mary Jane?


 

 

Le appassionate di scarpe la conoscono sicuramente! Eccola!

Mary-jane-Miu-Miu

Con questo nome si designa nella moda un preciso modello di scarpa a punta tonda, con cinturino unico al collo del piede o alla caviglia.

A dare loro vita fu addirittura un fumetto, Buster Brown, nato a New York nei primi del Novecento.

buster-brown-mary-jane

Buster, il bambino protagonista, aveva una sorella che si chiamava appunto Mary Jane, che indossava un modello di scarpe molto diffuse tra le bambine.

01-1443606_0x420

A partire dagl’anni Venti si trasformarono da scarpe per bambine a calzature femminili con tacchi anche molto alti.

20s-morning

Tutti i grandi stilisti le hanno rivisitate, forse perché in fondo questo modello accompagna noi donne fin dai primi passi e poi per tutta la vita!

Cri

 

Questione di stile – colori primavera 2016


Questione di stile – colori primavera 2016


 

La primavera sta arrivando e con lei colori nuovi da indossare!

IMG_0799

Uno dei più interessanti proposti dalle nuove collezioni sarà il COLOR MANDARINO! Fresco e goloso come un sorbetto, ma sarà facile adattarlo al proprio stile? Si! Basta abbinarlo ad un colore più classico (io per esempio ho scelto il mio #bluDragano!). E per gli accessori? Se non possedete nulla dello stesso colore, basta cercare scarpe, borse o gioielli in nuance di colore simili come l’arancione! Smalto neutro in modo che il cocktail di colori non risulti eccessivo!

Per una riunione importante o un colloquio di lavoro che colore primaverile è meglio indossare?

IMG_0798
Con il COLOR CIPRIA non si sbaglia mai! Abbinando una tunica di questo colore ad una gonna a tubino nera a vita alta ed a un paio di décolleté nere con tacco, si riesce ad aggiungere allo stile professionale un tocco di femminilità! Orecchini di perla e smalto cipria per mostrare cura di sé ed eleganza!

Cri

 

Carnevale a Venezia!


Carnevale a Venezia!


 

wp-1454625791359.jpeg

 

Ho sempre desiderato trascorrere il Carnevale a Venezia ed in occasione del mio compleanno mi sono regalata un fantastico weekend nella laguna!
Scontato dire che Venezia sia una città unica e magica: una macchina del tempo vivente grazie alla quale poter rivivere secoli e secoli di storia! Chi mi conosce sa quanto ami la storia. Infatti mi sono sentita a casa, cullata dal rumore dell’acqua dei canali mossa dal passare delle imbarcazioni, dal vociare dialettale dei gondolieri e dai gabbiani che ti svegliano al mattino. Aprire la finestra al risveglio e vedere questo scorcio di città non ha prezzo!

wp-1454625635937.jpeg

Continua a leggere

Barcellona


Barcellona: una città fantastica!


Barcellona_28

Pochi giorni non bastano per visitare bene questa città e, come dice mia cugina Laura che ci ha vissuto, forse nemmeno un anno!
In questi giorni ho però capito che mia cugina aveva ragione: giorno dopo giorno impari ad amarla e vorresti per un po’ fermarti e vivere il suo tempo! Sì, il Tempo a Barcellona è diverso, soprattutto da quello di Milano. Non mi riferisco solo al tempo meteorologico (a gennaio fa sicuramente più caldo che nel nord Italia, ma non esagerate con l’abbigliamento leggero perché il vento può essere molto freddo!), ma allo scorrere dei minuti, alle giornate interminabili, alla città che si sveglia tardi e tardi va a coricarsi, al passato che si mischia con naturalezza nel presente e al futuro presente già nel passato.

Basta visitare Casa Batlló per notare come già nei primi del Novecento l’ingegnoso architetto Antoni Gaudì riuscì a concepire un’abitazione quasi futuristica per l’epoca, originale e allo stesso tempo funzionale.

Barcellona_02

Il biglietto per entrare costa un po’, ma ne vale assolutamente la pena perché la visita, con audio e video guida correlata, è ben fatta e vi permetterà di entrare in una realtà sognante e stupefacente, un viaggio tra Ventimila leghe sotto i mari e le leggende medioevali! Continua a leggere

Praga: bellezza e mistero.


Praga: bellezza e mistero.


 

IMG_20151211_220239

 

Praga è una città veramente magica dove la bellezza si fonde con il mistero, la spiritualità con l’esoterismo e il buio con la luce.
Potrei scrivere per ore su questa città, sulle emozioni vissute e le cose viste, ma sarò concisa elencando le
10 COSE DA FARE A PRAGA!
1- Visitare Il Castello e Malà Strana.

Continua a leggere